email: 
password: 
 
 
27 Ottobre 2020
     
 
Ricerca semplice
 
 
 
 
 
     
 
Articoli
 
 
`` (gennaio 2019)
bicoura (settembre 2017)
Il Convivio di Dante (marzo 2009)
De Vita Nova di Dante (marzo 2009)
 
     
 
SPEDIZIONI - OFFERTE!!!
 
 
SCONTO DEL 100% per ordini superiori a € 0,00
SCONTO DEL 20% e spese di spedizioni GRATUITE per ordini superiori a € 130,00 (o abbuono di €4,00 sulle spese di spedizione con corriere veloce)
 
     
 
ORDINI TELEFONICI
 
 
Se preferisce ordinare per telefono i Suoi libri direttamente a Mike Plato, può chiamare gli uffici di Booxtore al numero:
              
06 9065049
 
     
 
CARTE DI CREDITO
 
 
 
DETTAGLIO
Rubrica: Ebraismo

Immortalità e resurrezione
di Moshe Maimonide

Morcelliana

Pag. 208 - Dimensioni: 14 X 21

€ 15,00

 

Dal grande pensatore ebraico medievale (1135-1204), la prima traduzione italiana dei saggi sulla natura e il fine dell'anima, a cura del suo massimo studioso, Giuseppe Laras, rabbino capo a Milano.

Mosè Maimonide scrisse il Trattato sulla resurrezione dei morti nel 1191 per rispondere ad alcuni critici che avevano insinuato una sua non credenza nella resurrezione, tema sul quale Maimonide si era già soffermato nell’Introduzione al x capitolo di Sanhedrin (anch'esso qui tradotto).
Opponendosi all'opinione diffusa nella cultura rabbinica, che identificava la resurrezione con il ritorno del Messia, Maimonide opera, in primo luogo, una netta distinzione tra la vita del mondo a venire, che pertiene esclusivamente alle anime, e la vita del mondo della resurrezione, che riguarda i corpi. In secondo luogo, pone una differenza tra il mondo della resurrezione e l'era messianica, stabilendo che la resurrezione dei morti non è legata necessariamente alla venuta del Messia né ai prodigi che questi opererà. La resurrezione dei morti non dipenderà dal Messia, ma unicamente dalla volontà imperscrutabile di Dio, che in qualunque momento potrà suscitarla o impedire che si manifesti. Per Maimonide la resurrezione non rappresenta la mèta ultima: essa è, invece, il mondo a venire, dimensione spirituale ed eterna in cui onfluiranno le anime dei beati, una volta spogliatesi per la seconda volta dei corpi.
Un classico del pensiero che invita ad andare al di là delle opinioni correnti su un principio cardine dell'ebraismo e delle altre religioni monoteistiche.
Del grande pensatore ebraico medievale (1135-1204), la prima traduzione italiana dei saggi sulla natura e il fine dell'anima, a cura del suo massimo studioso, Giuseppe Laras, già rabbino capo a Milano.
Giuseppe Laras, già rabbino capo di Milano, è docente di Storia del pensiero ebraico all'Università Statale di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Storia del pensiero ebraico nell'età antica (Giuntina 2006). Presso la Morcelliana: Mosè Maimonide, II pensiero filosofico (1998
 
Carrello
 
 
0 prodotti
 
     
 
Newsflash
 
 
AVVISO: I NUMERI ARRETRATI DELLE RIVISTE FENIX e XTIMES SONO VENDUTI AL COSTO DI euro 10,00 ANZICHE' AL PREZZO DI COPERTINA Se siete nell'opzione RICERCA, premere il tasto di INVIO è inutile. Occorre cliccare su RICERCA Il Sito Booxtore è un cantiere aperto. Stiamo immettendo nuovi titoli e nuovi editori. Sul blog di Mike Plato troverete la rubrica CONSIGLI LIBRARI per ulteriori approfondimenti e consigli
 
     
 
Segnalati da
Mike Plato
 
 
One (Ward M. Powers)
Le sorprendenti virtù del digiuno (Sophie Lacoste)
Cronologia Ermetica 2° volume (Mike Plato)
 
     
 
Prossimamente
 
 
q di q
 
     
 
I più venduti
 
 
1. 
Pistis Sophia Commentario
2. 
Le Origini Segrete della Razza Umana
3. 
Alieni o Demoni (Ristampa)
4. 
Gli Dei che giunsero dallo Spazio
5. 
Metafisica del Colore
6. 
La luce della conoscenza
7. 
Frammenti di una fede dimenticata
8. 
Alien Report
9. 
Il libro dei Simboli
10. 
Melkizedek l'immortale
 
     
 
Newsletter
 
 
Leggi il "Consenso al trattamento dei dati"
 
XPublishing srl, Via G.A.Cesareo 25, 00137 Roma - P.IVA: 10141831007 - Privacy
webmaster: www.imagosol.com