email: 
password: 
 
 
25 Ottobre 2020
     
 
Ricerca semplice
 
 
 
 
 
     
 
Articoli
 
 
`` (gennaio 2019)
bicoura (settembre 2017)
Il Convivio di Dante (marzo 2009)
De Vita Nova di Dante (marzo 2009)
 
     
 
SPEDIZIONI - OFFERTE!!!
 
 
SCONTO DEL 100% per ordini superiori a € 0,00
SCONTO DEL 20% e spese di spedizioni GRATUITE per ordini superiori a € 130,00 (o abbuono di €4,00 sulle spese di spedizione con corriere veloce)
 
     
 
ORDINI TELEFONICI
 
 
Se preferisce ordinare per telefono i Suoi libri direttamente a Mike Plato, può chiamare gli uffici di Booxtore al numero:
              
06 9065049
 
     
 
CARTE DI CREDITO
 
 
 
DETTAGLIO
Rubrica: La Geometria Sacra

L'Antico Segreto del Fiore della Vita - Volume 1
di Drunvalo Melkizedek

Macro Edizioni

Pag. 255 - Dimensioni: 22,5 X 24

€ 19,50

 

Una volta tutta la vita nell'universo riconosceva il Fiore della Vita come lo schema della creazione - il disegno geometrico che ci guida dentro e fuori l'esistenza fisica. Poi da uno stato di coscienza molto alto, siamo caduti nel buio dimenticando chi siamo.

Per migliaia di anni il segreto è rimasto nascosto in antichi manufatti e in bassorilievi sui muri di tutto il mondo, codificato anche nelle cellule di tutta la Vita.

Ora stiamo per emergere da quel sonno, scuotendo quelle vecchie convinzioni che sanno di stantio dalla nostra mente, cominciamo ad avere una visione della luce dorata di quest'alba che sta fluendo attraverso le finestre della nostra percezione. Questo libro è una di queste finestre.

Qui, Drunvalo Melchizedek presenta, sotto forma di testo e con dei grafici, la prima parte del seminario "il Fiore della Vita", chiarendo i misteri di come siamo entrati nell'esistenza, perché il mondo è così come è, e mostrando le energie sottili che permettono alla nostra consapevolezza di fiorire nella sua vera bellezza.

La Geometria Sacra è la matrice che si trova alla base del nostro essere e rivela l'ordine divino presente in ogni aspetto della nostra realtà. Possiamo scoprire questo ordine partendo dall'atomo invisibile fino alle infinite stelle, trovando noi stessi su ognuno di questi gradini. Questa informazione è una traccia, però tra le righe e i disegni sono nascoste le "gemme femminili" della comprensione intuitiva.

Estratto:
«UNA VALANGA DI CONOSCENZA
Molta gente attualmente è consapevole che qui sulla Terra sta succedendo qualcosa d’insolito. Ci troviamo in un tempo estremamente accelerato, e stanno accadendo molti eventi, mai visti prima. La popolazione sul pianeta è aumentata come mai è stato visto in precedenza, e se andiamo avanti con questa proporzione, in pochi anni raddoppieremo la popolazione a circa 11 o 12 miliardi di persone.
Secondo la nostra linea evolutiva di apprendimento umano, l’informazione sul pianeta sta crescendo molto più rapidamente della popolazione. È anche un dato affermato dall’Enciclopedia Britannica. Dall’epoca della più antica civiltà conosciuta, gli antichi Sumeri (circa 3800 a.C.), e andando avanti nel tempo per almeno 5800 anni fino al 1900 d.C., sono state raccolte un certo numero di informazioni, che hanno incrementato le nostre conoscenze e che hanno definito precisamente tutte le cose che conosciamo. Cinquant’anni dopo, dal 1900 al 1950, la nostra conoscenza è raddoppiata. Questo significa che ci sono voluti 5800 anni per imparare un certo numero di informazioni, e poi altri cinquant’anni per raddoppiare le nostre conoscenze – è sorprendente! Poi nei successivi vent’anni, attorno al 1970, le abbiamo raddoppiate nuovamente. In seguito ci sono voluti soltanto dieci anni in più, fino circa al 1980, per raddoppiare tutto! Ora questo avviene in pochi anni.
La conoscenza arriva come una valanga. A metà degli anni ottanta l’informazione arrivava così rapidamente che la NASA non riusciva più ad inserirla nei suoi computer altrettanto velocemente. Nel 1988 erano indietro di otto o nove anni nell’immissione dei dati in arrivo. Mentre questa valanga di conoscenza si sta formando, gli stessi computer sono sul punto di fare un enorme cambiamento. Ogni 18 mesi circa raddoppiano nello stesso tempo la velocità e la memoria. Prima abbiamo avuto il modello 286, poi il 386; poi abbiamo avuto il 486, e nel 1993 è uscito il 586, che ha reso il 486 obsoleto. Non sapevamo ancora usare bene il 486, ed ecco il 586; e subito si è progettato il 686. Al cambiamento di secolo o poco dopo, un computer di casa sarà molto più potente e veloce perfino dei computer in uso alla NASA e al Pentagono nel 1993». [pag. 60-61]

«Così gli astronomi hanno cominciato a cercare questo corpo che stava trascinando il nostro sistema solare. Prima lo hanno delimitato in una certa zona del cielo a cui eravamo collegati, circoscrivendolo sempre di più, finché proprio qualche anno fa, lo hanno finalmente collegato ad uno specifico sistema solare. Siamo legati alla stella Sirio – con Sirio A e B. Il nostro sistema solare e quello di Sirio sono strettamente collegati tramite la gravitazione. Ci muoviamo attraverso lo spazio insieme, ruotando a spirale attorno ad un centro comune. Il nostro destino e quello di Sirio sono strettamente connessi. Siamo un solo sistema!». [pag. 64]

«BOMBE ATOMICHE SOTTERRANEE E I CFC
Oltre a questo si sta verificando ogni genere di problema. Alcune cose sono così spaventose che i governi hanno veramente paura di raccontarvene anche una minima parte. Non vi parlano di un fatto che io semplicemente devo dire, perché è così importante che qualcuno deve parlare! So che non vogliono che lo faccia, ma non penso che mi fermeranno.
Stiamo trovando i CFC nell’atmosfera più alta. Ora le “autorità” del governo stanno dicendo che i prodotti CFC, come il freon, fluttuano lassù perché sono più leggeri dell’aria. Ma pensate – e gli scienziati che sono tra di voi possono controllarlo: i CFC non sono più leggeri dell’aria, sono quattro volte più pesanti dell’aria. Essi scendono e si depositano, non si alzano! Dunque, come sono finiti lassù? Possono essere state le 212 bombe atomiche che i nostri governi hanno fatto esplodere sul suolo del pianeta. Molte persone sospettano che sia così, che tutti quei CFC si siano sollevati e siano arrivati lassù, e che realmente non siamo stati noi a provocare questo problema con i nostri condizionatori d’aria ma le bombe atomiche dei governi del mondo.
Ad un certo punto tutti i governi facevano esplodere le proprie bombe nei sotterranei e noi abbiamo pensato: «Va bene, stanno bombardando sottoterra; non succederà niente». Non va bene affatto, gente! Questa è probabilmente la cosa più pericolosa che attualmente stia accadendo nel mondo, perfino peggiore dell’HAARP, e continuano a farlo. Non posso provare quello che sto per dire, allora non credeteci finché voi stessi non potrete provarlo.
Adam Trombly, un famoso scienziato che ha portato un rilevante contributo alla scienza, ha monitorato le esplosioni atomiche sottoterra in tutto il mondo. Forse ne sa più di qualsiasi altra persona al mondo – perfino i governi lo ammettono. Trombly spiega quello che succede quando queste bombe atomiche esplodono nel sottosuolo. L’energia semplicemente non si ferma lì; deve andare da qualche parte, viene sparata attraverso la Terra, e rimbalza come una pallina da ping pong sulle superfici interne avanti e indietro, lacerando le placche e recando un danno incredibile con questo movimento. Questo effetto di rimbalzo dell’energia all’interno della Terra continua per circa 30 giorni dopo l’esplosione. Trombly, come Cousteau e altri, adesso ha una teoria che prevede tutte le cose che accadranno a breve – e stanno già succedendo ora! Ad esempio l’abbassamento dell’oceano Indiano di 7 metri in un periodo molto breve, cosa che era stata predetta da Trombly almeno dieci anni prima. Molti personaggi illustri stanno dicendo la loro verità, ma pochi li ascoltano. Se Trombly ha ragione, ci troviamo soltanto a poche bombe atomiche distanti dal punto in cui l’intero pianeta si romperà letteralmente in tanti pezzettini. I governi del mondo erano già in stato di allarme dal 1991 sui cambiamenti della Terra previsti da Trombly. Si sono spaventati a morte. Eppure credo che la Cina ne abbia appena fatta scoppiare un’altra – e gli Stati Uniti stanno parlando di farne esplodere una solo perché l’ha fatto la Cina!». [pag. 85-86]

«EVA PROVENNE DALLE MINIERE D’ORO?
Parlerò ora della cosidetta teoria di Eva, che per molto tempo si è cercato di tenere nascosta. Gli scienziati hanno preso un certo elemento nella molecola del DNA e l’hanno sovrapposto ad un altro, per vedere quale fosse venuto prima, e hanno ipotizzato che il primo essere umano visse da qualche parte sulla Terra tra i 150.000 e i 250.000 anni fa. E quel primo essere umano, che hanno chiamato Eva, stranamente sembra che provenga proprio dalla valle in cui i Sumeri affermano che noi estraevamo l’oro (Fig.3-10)! Questa teoria poi è stata messa da parte perché ci sono tanti altri modi per esaminare le origini del DNA. Ma io trovo ancora notevole che proprio questa teoria abbia portato alla stessa valle, dove le testimonianze sumere dicono sia cominciato tutto.

LA VERSIONE DI THOTH SULLE ORIGINI DELLA NOSTRA RAZZA
Ora vediamo come la versione di Thoth sia simile a questa. Lui è d’accordo con la tradizione Melchizedek che la nostra particolare razza non sia cominciata 350.000 anni fa, come dice Sitchin, ma esattamente 200.207 anni fa (al 1993), oppure 198.214 anni a.C. Ha detto che i primi esseri della nostra razza vivevano su un’isola vicino alla costa dell’Africa del sud, chiamata Gondwanaland.
Non so se questo sia la forma giusta di Gondwanaland (Fig.3-11), anche se non è così importante, comunque era in quella zona.
Originariamente i nostri antenati furono sistemati in questo posto soprattutto per essere confinati e rinchiusi cosicché non potessero scappare. Quando diventarono abbastanza evoluti da essere utili ai Nefilim, furono trasportati nella zona delle miniere in Africa e in vari posti per estrarre l’oro e per altri servizi. Dunque questa razza originaria, i nostri antenati, si svilupparono evolvendo sull’isola di Gondwanaland in un periodo compreso tra i 50.000 e i 70.000 anni.
Nella mappa del mondo si vede chiaramente come un tempo le terre formavano un unico continente (cosa che gli scienziati adesso sospettano sia vero). Quest’unica Terra, prima che si dividesse, veniva chiamata Gondwanaland. Il nome deriva dai racconti e dalle storie della creazione delle tribù dell’Africa occidentale. Se leggete i diversi racconti di queste tribù tutti hanno un diverso concetto su come avvenne la creazione, ma ne hanno anche uno comune. Dicono tutti di provenire dall’ovest, da un’isola, davanti alle coste occidentali dell’Africa, chiamata Gondwana. Sono tutti d’accordo su questa particolare informazione, tranne un’eccezione riguardante la tribù degli Zulù, i quali affermano di provenire dallo spazio.». [pag. 95-96]

«LE MADRI NEFILIM
Per riassumere e chiarire: dopo la ribellione, quando fu deciso di creare una nuova razza qui sulla Terra, i Nefilim diventarono l’aspetto madre. Le testimonianze sumere dicono che si fecero avanti sette donne, poi i Nefilim presero dell’argilla dalla Terra, il sangue dal primate e lo sperma dai giovani maschi Nefilim, mescolarono il tutto e lo misero nel ventre delle giovani donne Nefilim, che erano state scelte proprio per questo. Fecero nascere bambini umani. Così sette di noi nacquero in una sola volta, e non semplicemente un Adamo e una Eva secondo i racconti originali – ed eravamo sterili, non potevamo riprodurci. I Nefilim continuarono a procreare dei piccoli umani creando così un esercito di piccoli esseri – noi – poi li portarono nell’isola di Gondwanaland. Se volete credere a questa storia, che in parte proviene dalle testimonianze sumere e in parte da quelle di Thoth, la madre della nostra razza è Nefilim e nostro padre è Siriano. Ora, se non fosse per le testimonianze sumere riguardanti i Nefilim, tutto questo sembrerebbe veramente troppo – e ancora lo è. Ma ci sono tantissime prove scientifiche che dimostrano che è vero, se leggete i reperti archeologici – non sul padre Siriano, ma certamente sulla madre Nefilim.
La scienza non comprende come siamo arrivati qui. Voi siete consapevoli che c’è un “missing link” (anello mancante) tra l’ultimo primate e noi.
Sembriamo venuti dal nulla. Sanno che abbiamo dai 150.000 ai 250.000 anni, ma non hanno idea da dove proveniamo o come ci siamo sviluppati. Siamo entrati semplicemente da qualche misterioso passaggio e siamo arrivati». [pag. 99]

«Dal tempo di Adamo ed Eva, la nostra razza si sviluppò in due ceppi: uno che poteva procreare ed era libero (anche se sorvegliato) e l’altro che non poteva avere figli ed era costituito da schiavi. Secondo gli scienziati moderni, quest’ultimo ceppo continuò ad estrarre l’oro almeno fino a 20.000 anni fa. Le ossa trovate nelle miniere di questo secondo ceppo sono identiche alle nostre, l’unica differenza è che non potevano procreare. Questo gruppo fu completamente annientato al tempo del Diluvio Universale, circa 12.500 anni fa. (Su questo argomento c’è molto di più, che vi dirò al momento opportuno)». [pag. 100]
 
Carrello
 
 
0 prodotti
 
     
 
Newsflash
 
 
AVVISO: I NUMERI ARRETRATI DELLE RIVISTE FENIX e XTIMES SONO VENDUTI AL COSTO DI euro 10,00 ANZICHE' AL PREZZO DI COPERTINA Se siete nell'opzione RICERCA, premere il tasto di INVIO è inutile. Occorre cliccare su RICERCA Il Sito Booxtore è un cantiere aperto. Stiamo immettendo nuovi titoli e nuovi editori. Sul blog di Mike Plato troverete la rubrica CONSIGLI LIBRARI per ulteriori approfondimenti e consigli
 
     
 
Segnalati da
Mike Plato
 
 
One (Ward M. Powers)
Le sorprendenti virtù del digiuno (Sophie Lacoste)
Cronologia Ermetica 2° volume (Mike Plato)
 
     
 
Prossimamente
 
 
q di q
 
     
 
I più venduti
 
 
1. 
Pistis Sophia Commentario
2. 
Le Origini Segrete della Razza Umana
3. 
Alieni o Demoni (Ristampa)
4. 
Gli Dei che giunsero dallo Spazio
5. 
La luce della conoscenza
6. 
Metafisica del Colore
7. 
Alien Report
8. 
Frammenti di una fede dimenticata
9. 
Il libro dei Simboli
10. 
Melkizedek l'immortale
 
     
 
Newsletter
 
 
Leggi il "Consenso al trattamento dei dati"
 
XPublishing srl, Via G.A.Cesareo 25, 00137 Roma - P.IVA: 10141831007 - Privacy
webmaster: www.imagosol.com